Progetto Midada

Nel Locarnese vivono oggi 250 giovani disoccupati, e 60 che vivono di assistenza pubblica. Per aiutare questi giovani a dare una svolta positiva alla loro vita è stato messo a punto il progetto Midada, promosso dalla fondazione Il Gabbiano, con il coinvolgimento di numerosi enti pubblici e privati (fra cui la Fondazione Damiano Tamagni).

A Muralto, dal mese di febbraio 2010, trova infatti casa un primo gruppo di giovani adulti – di età compresa tra i 18 e i 25 anni – confrontati a situazioni di difficoltà e disagio sociale. Insieme a un gruppo di 9 operatori – guidati da Edo Carrasco – i partecipanti al progetto possono sperimentare in prima persona il significato della parola romancia che da il nome al progetto.

«Midada significa cambiamento», spiega il direttore del progetto Carrasco, «perché nella nostra struttura intendiamo accompagnare, attraverso un rito di passaggio, persone fragili e confrontate a una crisi, fino a permettere loro di riprendere in mano la loro vita».

«Per contrastare la violenza giovanile – ha sottolineato in occasione della presentazione ufficiale del progetto alla stampa il consigliere di Stato Luigi Pedrazzini – è necessario promuovere una strategia diversificata. (…). Midada costituisce un tassello prezioso delle misure necessarie per dare un aiuto concreto, una chance reale a giovani problematici e per indurli a un cambiamento».

Maggiori informazioni

Per maggiori informazioni potete consultare il sito web della Fondazione Il Gabbiano o rivedere in streaming il servizio andato in onda su La1.

News

XI EDIZIONE DEL CONCORSO GRAFICO DELLA FONDAZIONE DAMIANO TAMAGNI

Con l’inizio dell’anno scolastico, è giunto nuovamente il momento di lanciare il nostro concorso di carnevale per la creazione di un manifesto “Per un carnevale divertente per tutti” destinato agli allievi di terza e quarta media. Quest’anno, il Consiglio di Fondazione ha espresso la volontà di aprire il concorso anche agli allievi di seconda media, sempre nell’ottica della sua opera di sensibilizzazione iniziata dieci anni fa.

La designazione dei vincitori avverrà in due fasi: con una votazione online saranno scelte le opere da premiare, mentre una giuria – diretta dal Presidente della Fondazione e composta da esperti – sceglierà il manifesto 2019, che verrà stampato in mille esemplari, messo a disposizione delle Associazioni carnevalesche del Ticino e del Moesano e inviato a tutte le Scuole Medie del Cantone.

Il termine di consegna delle opere dei ragazzi è fissato al 21 dicembre 2018.

Al bando di concorso, scaricabile in PDF: Regolamento Concorso di Carnevale 2019